Descrizione immagine
Descrizione immagine



  

 


  

 


 

IL PESO DI UNA PREGHIERA

Descrizione immagine

Una donna, vestita in modo semplice e con un volto triste, entrò in un negozio e, con vergogna, avvicinandosi al proprietario chiese: «Posso avere qualcosa da mangiare, appena avrò qualche soldo passerò a pagare». Poi, con un filo di voce spiegò al titolare del negozio che suo marito era molto malato e non poteva lavorare. Avevano sette figli da mantenere e quindi avevano bisogno di cibo. Il proprietario del negozio, con tono duro e atteggiamento inflessibile, la invitò ad andarsene immediatamente. Ma la donna, pensando al bisogno della sua famiglia, continuò nella supplichevole richiesta: «Per favore, signore, io pagherò il più presto possibile». Il proprietario del negozio ribatté con sdegno il suo diniego e aggiunse: «Non faccio credito a una persona che neppure conosco». 

 

Vicino all'ingresso del negozio c'era un cliente, un uomo distinto e ben vestito, che ascoltò tutta la conversazione. Questo sconosciuto si avvicinò e disse al proprietario: «Dia pure tranquillamente la spesa a questa signora, pagherò io fino all’ultimo centesimo».  Il proprietario del negozio si girò verso la donna con aria seccata e le chiese: «Hai una lista della spesa?» Lei rispose con imbarazzo: «Si, signore». «Va bene, metti la tua lista sulla bilancia e peseremo la lista, l'equivalente del suo peso te lo do gratuitamente in cibo» disse il negoziante con aria di sfida e di presa in giro.

 

Lei esitò per un momento… poi prese dal suo portafoglio un pezzo di carta e scrisse su di esso ciò che aveva bisogno la sua famiglia. Ed infine, con testa china, la donna mise il foglio sulla bilancia. In quello stesso istante la bilancia si abbassò come se si avesse messo una pietra sopra. Il proprietario del negozio e il cliente guardavano con stupore e ammirazione, poi il proprietario incominciò a mettere il cibo sul lato opposto della bilancia, ma la bilancia non si muoveva. Continuò ad appoggiare sempre più cibo, ma la bilancia rimaneva sempre nella stessa posizione.

 

Allora il commerciante sbalordito prese tra le mani il pezzo di carta per vedere se c'era un trucco, lo guardò e lesse con stupore quanto quella donna aveva scritto. Non era una lista della spesa, ma c'era scritta una semplice preghiera: «Caro Padre, mio Signore, Tu conosci i miei bisogni, lascio tutto nelle Tue mani. Nel nome del tuo Figlio, Gesù, dammi ciò che mi occorre…  Grazie, Padre». Il proprietario del negozio allora diede alla donna tutti i cibi di cui aveva bisogno e rimase in timoroso silenzio a riflettere… mentre la poveretta lasciava il negozio. SOLO DIO CONOSCE APPIENO IL VALORE & IL PESO DELLA PREGHIERA: «Signore, ogni mio desiderio è nel tuo cospetto, e i miei sospiri non ti sono nascosti» (Salmo 38 verso 9).

 


 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

info@incontraregesu.net

Descrizione immagine

Il Sito è coperto da Copyright ©
Tutti i diritti sono riservati

IL SITO NON HA SCOPO DI LUCRO