Descrizione immagine
Descrizione immagine



  

 


  

SOLO PER MEZZO 


DELLA CROCE C'E' SALVEZZA

Descrizione immagine

 


 

Descrizione immagine

Alla croce si intersecano i destini di un problema irrisolvibile e di una soluzione sorprendente. Il vero problema è: come possono, uomini e donne malvagi e ribelli, peccatori come te e me, essere riconciliati con l’Iddio puro, giusto e santo? La santità di Dio non permette scherzi. Quando gli angeli gridarono: “Santo, santo, santo è il Signore Dio Onnipotente”, non c’è alcuna ironia nella loro espressione. Essi proclamano la realtà. Il peccato è l’antitesi della santità di Dio. Dio aborrisce il peccato e noi siamo pieni di peccato. La santità di Dio contrapposta alla nostra natura peccaminosa ci pongono di fronte a un dilemma apparentemente irrisolvibile. Tutti i rituali, il cumulo delle buone azioni, qualsiasi sforzo ci parlano di un uomo che cerca di giungere a Dio a suo modo. Questa è la soluzione migliore di cui siamo stati capaci. Questi concetti si fanno beffe della santità e della giustizia di Dio. Il Signore è un fuoco consumante e un giudice integerrimo. Egli non può permettere che il passato passi, in un modo o nell’altro, senza lasciare conseguenze. A ogni condotta malvagia sarà presentato il conto. La santità di Dio richiede perfezione. 

Quando un uomo violenta una bambina, siamo sconvolti. Quando un dittatore massacra persone innocenti, siamo indignati. Quando un folle entra in una scuola e spara su ragazzi e insegnanti, siamo furiosi. Quando un terrorista fa esplodere una bomba alla maratona di Boston, urliamo chiedendo giustizia. Quando vediamo un bullo approfittarsi di un bambino indifeso o di un ragazzo con degli handicap, sentiamo il sangue salire al cervello. Il nostro senso di indignazione e di rabbia danno una vaga idea della reazione di Dio di fronte al peccato. Dio odia il peccato. Lo far star male, la Sua reazione non può che essere di rabbia, un’avversione furente e sdegnata. Ma come può Dio perdonare i nostri peccati e, al tempo stesso, agire secondo giustizia? Tutti i nostri tentativi di risolvere questo dilemma divino hanno avuto esiti fallimentari. Siamo riusciti a inventarci pellegrinaggi, reliquie, fiumi purificatori, preghiere esoteriche e danze di fuoco. Ma reliquie, riti e cerimoniali non possono purificare la coscienza e nemmeno l’assoluzione data da un uomo di chiesa. Soltanto Dio poteva individuare una soluzione in forza della quale la giustizia e la misericordia divina avrebbero potuto camminare mano nella mano. Soltanto l’Iddio le cui vie non hanno nulla a che vedere con le nostre, poteva escogitare un piano in grado di soddisfare la Sua giustizia santa e, allo stesso tempo, il desiderio di perdonare chi L’ha così gravemente offeso. La croce è una dimostrazione visibile della profonda e insondabile saggezza divina. In 2 Corinzi 5 verso 21 troviamo scritto: «Colui che non ha conosciuto peccato, egli lo ha fatto diventare peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui». Il Figlio di Dio si è fatto uomo, ha vissuto una vita di perfetta giustizia, infine è morto al posto nostro. Gesù ha soddisfatto l’ira di Dio pagando Lui per i nostri peccati e ci ha liberamente offerto la Sua giustizia perfetta. Soltanto l’Iddio che non è come me e te poteva trovare una simile soluzione. Chiedi ora perdono a Dio per i tuoi peccati ed accetta il Suo sacrificio alla croce e non solo troverai il perdono per i tuoi peccati, ma anche l’accesso per la vita eterna.  

 



GRAZIE PER LA VISITA E DIO TI BENEDICA

 


 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

info@incontraregesu.net

Descrizione immagine

Il Sito è coperto da Copyright ©
Tutti i diritti sono riservati

IL SITO NON HA SCOPO DI LUCRO