…. NESSUNA  SPERANZA

Descrizione immagine

Quando si è ragazzi e ci si affaccia al futuro, si hanno nel cuore tante aspettative. Si è pieni di entusiasmo per ciò che si potrà realizzare. Si pensa che la vita abbia in serbo tante cose belle, tutte a nostro favore: terminare gli studi senza problemi, trovare subito un lavoro redditizio, avere una casa, una famiglia e dei figli…. cose che in fondo sono tutte legittime. Crescendo poi ci si rende conto che le cose cambiano e si scopre che la realtà è un’altra; la vita non è come ci si aspettava, ed il sogno del nostro cuore si trasforma in un incubo di cui sembra non svegliarsi mai. Non si riesce a terminare gli studi, il posto di lavoro sembra che non esista, ecco che ci si deve accontentare di lavori saltuari e poco redditizi.  

Si ha quindi difficoltà a mantenere la famiglia, i figli crescono con le loro esigenze a cui non si riesce a far fronte. Ecco che ogni prospettiva immaginata viene a crollare con la realtà delle difficoltà della vita. Pian piano si entra nella delusione, ed impotenti, si viene trascinati dalle circostanze avverse, come se fossimo portati via da un mare in burrasca perdendo così ogni speranza. Questa nuova  sensazione di sfiducia protratta nel tempo corrode interiormente tanto da condurre inevitabilmente dapprima all’illusione e poi alla depressione.Che brutta malattia la depressione! Essa produce un abbattimento psicologico riducendo le capacità reattive, accompagnando uno stato d’ansia e di angoscia. La cosa più brutta è, che, ci si rende conto dello stato in cui si vive, ma si è incapaci di reagire. Quante notti insonni, quante ansie, quante paure, si diventa disinteressati ed irascibili nel medesimo tempo e si agisce negativamente  contro tutto e tutti.

 

Si giunge così al momento fatale in cui ci rendiamo conto che abbiamo imboccato una strada senza via d’uscita; stiamo male, soffriamo, ci sentiamo annientati dalla vita stessa. E’ terribile vero? Vivere la sensazione di non trovare uno sbocco, una soluzione, si finisce perfino a cedere oltre misura e  non avere più alcuna speranza.

Dove pensiamo allora di trovare aiuto nella medicina? Nei farmaci i quali non fanno altro che tenerci insensibili ad ogni stimolo, e alla fine ci rendono degli automi? Nell’alcool? Pensando di trovare soddisfazione nel vedere la bottiglia del vino che diminuisce? Illudendoci di non pensare più alla realtà. Si diventa anche violenti e irritabili causando del male a noi e a chi ci sta attorno. Pensiamo forse di trovare soluzione nelle droghe? Nella Cartomanzia? Nei Maghi? Queste e simile cose non hanno La Soluzione!!! 

 

Non si ha più voglia di lottare, di andare avanti, ci si sente sconfitti, perché si è persa ogni speranza ed ecco che nella mente balena il pensiero di farla finita, e si giunge a pensare al suicidio, credendo di aver trovato l’unica soluzione per smettere di soffrire, di combattere con una vita che pensiamo non sia adatta per noi. Quanti suicidi avvengono frutto di cuori che hanno perso ogni speranza, Ogni giorno le cronache e i notiziari sono pieni di tragedie personali e familiari, ove sono coinvolte persone di ogni età e posizione sociale, di culture ed etnie diverse, di varie esperienze negative e mal vissute.


Caro lettore come ben saprai l'essere umano è un'anima vivente. Egli può morire solo fisicamente ma la sua personalità spirituale, invece, continua a vivere, i problemi cominciano proprio dopo il suicidio perchè dovrai comparire davanti a Dio, per il preannunciato giudizio «Come è stabilito che gli uomini muoiono una volta sola, dopo di che viene il giudizio» (Ebrei 9 verso 27). Pertanto,  fuggire da questo mondo non significa affatto annullare ogni cosa, nell'aldilà l'individuo scoprirà che la sua esistenza continuerà per l’eternità, meglio sarà scegliere ora in quale condizione dovrai vivere l’eternità. Dio conosce il tuo stato d’animo, sa quello che pensi, capisce e comprende molto bene il dolore del tuo cuore. Dio sa anche che pensi di farla finita con la vita, ma Lui non vuole questo.

Tu hai bisogno di Gesù.


Sai caro amico o amica, esiste una sola via d’uscita e si chiama Gesù Cristo, Egli soltanto può ridare speranza all’umanità, è scritto in nel libro del Profeta GEREMIA 29:11 «Poiché io so i pensieri che medito per voi, pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza»
. Non esiste alcun problema che sia maggiore della grazia di Dio. Non esiste alcuna disperazione che Gesù non possa allontanare. Non esiste alcuna malattia che Gesù non possa guarire. E non esiste nessun peccato che Gesù non possa perdonare. 
Dio vuole prendersi cura di te. Forse ti senti senza forza perché non vedi una via di uscita ma è scritto nel SALMO 55:22 «Getta il tuo peso sul Signore ed Egli ti sosterrà». Rivolgiti a Dio con tutto il tuo cuore; Parla con Gesù Egli ti ascolta; Leggi la Bibbia e poni fede a quanto è scritto; Comprenderai che il Signore è al tuo fianco; Che si interessa a te; Che da tanto tempo sta aspettando l’apertura del tuo cuore; per manifestare il Suo grande Amore a te se lo invochi. Se sei interessato e ce ne fai richiesta scrivendo alla nostra email ti invieremo gratuitamente un Nuovo Testamento.

NON DIMENTICARE CHE GESU’ E’ LA SOLA SPERANZA PER L’UMANITA’!  


 

SIAMO DI BENEDIZIONE PER GLI ALTRI?

“IO SONO PER UN CRISTIANESIMO PRATICO”. Questa è una grande verità che condivido appieno in quanto la nostra fede deve essere dimostrata praticamente e non solo a parole. Questo ci fa essere "credibili" e "conquista" gli altri con la nostra vita vissuta con Cristo quotidianamente. Il "cristianesimo pratico" parte dalle mura domestiche e si estende all'ambiente di lavoro ed infine alla chiesa. Prima parte dalla nostra casa e poi si estenderà verso l'esterno.Oggi ci sono troppi "parlatori", Signore aiutaci ad essere degli "esecutori" della Tua Parola. Più che la bocca dev'essere la nostra vita a parlare, e solo tramite la vita vissuta dagli apostoli che si potè scrivere nella Sacra Scrittura: «Riconoscevano che erano stati con Gesù» (Atti 4 verso 13). Di Gesù stesso fu detto e scritto «...che Gesù prese a fare, e ad insegnare» (Atti 1 verso 1). Non è un caso che fu scritto questa sequenza delle azioni di Gesù, Gloria a Dio perchè Egli non è CAMBIATO, la Sua POTENZA non è diminuita e la Sua GRAZIA non si è raccorciata... ma il Signore desidera "uomini e donne" che sanno ogni giorno consacrare la propria vita a Lui affinché la Sua POTENZA, la Sua GRAZIA possano essere manifestate tramite il nostro quotidiano vivere. Signore usati di me e fa' che la mia vita sia vissuta da Te in me!

 


«Se tu supplisci ai bisogni dell’affamato, e sazi l’afflitto, la tua luce spunterà nelle tenebre, e la tua notte oscura sarà come il mezzogiorno; il Signore ti guiderà sempre, ti sazierà nei luoghi aridi, darà vigore alle tue ossa; tu sarai come un giardino ben annaffiato, come una sorgente la cui acqua non manca mai» (Isaia 58 verso 10 e 11)

 

    

    

    

Un giorno un uomo stava percorrendo con la sua auto le vie di una città a lui sconosciuta e non riusciva a trovare un certo indirizzo. Fermatosi, chiese ad un passante come arrivarci. Questo incominciò a dare dei punti di riferimento di strade ed incroci, ma poi alla fine si arrese ed affermò “mi dispiace, credo che da qui non possa proprio arrivare in quella via, deve tornare indietro e trovare un’altra strada”.