INGRESSO LIBERO

Descrizione immagine

«… colui che viene a me, non lo caccerò fuori»   (Giovanni 6 verso 37).


Capita a volte che, dovendo entrare in certi luoghi o volendo incontrare certe personalità, ci si trovino davanti a delle guardie preposte a far rispettare un limite d’accesso a certi orari e soltanto agli autorizzati. Grazie a Dio, l’Evangelo ci presenta questa meravigliosa realtà: che tutti possono avvicinarsi a Gesù, in qualunque momento e condizione, con la certezza di essere accolti. Infatti, tale possibilità è per ogni essere umano: «Chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato» (Atti  2 verso 21). 

E’ estesa all’uomo di ogni tempo, perché Gesù è vivente ed «è lo stesso ieri, oggi e in eterno». (Ebrei 10 verso 8). Può capitare che persino le persone più care si rifiutino di vederci, ma non il Signore infatti afferma: «Qualora mio padre e mia madre mi abbandonassero, il Signore mi accoglierà (Salmo 27 verso 10).

 

Chiunque tu sia, qualsiasi sia il tuo peccato, il tuo bisogno, vai al Signore ed Egli non ti caccerà fuori. Gesù ti accoglierà, ti salverà, ti trasformerà, ti benedirà e si prenderà cura di te, secondo la Sua perfetta volontà. Non limitarti a un tocco indiretto, non indugiare a invocare la Sua potenza sui tuoi bisogni. La promessa contenuta in questo verso è per tutti gli uomini, ma diventerà reale unicamente per coloro che vanno a Gesù personalmente, con tutto il cuore e per fede. 



 

 



Descrizione immagine

    

    

    

Un giorno un uomo stava percorrendo con la sua auto le vie di una città a lui sconosciuta e non riusciva a trovare un certo indirizzo. Fermatosi, chiese ad un passante come arrivarci. Questo incominciò a dare dei punti di riferimento di strade ed incroci, ma poi alla fine si arrese ed affermò “mi dispiace, credo che da qui non possa proprio arrivare in quella via, deve tornare indietro e trovare un’altra strada”.