IL CILIEGIO DEL PERDONO

Descrizione immagine

«Lasci l’empio la sua vita e l’uomo iniquo i suoi pensieri; si converta egli al Signore che avrà pietà di lui, al nostro Dio che non si stanca di perdonare»(Isaia 55 verso 7).

 

Un giovane ritornava a casa dopo otto anni che non vedeva i genitori. Era andato via di casa in malo modo e durante le sue avventure, aveva avuto vari problemi con la legge, finché non si era ritrovato anche in carcere. Prima di uscire dal carcere aveva scritto ai genitori dicendo loro che desiderava ristornare a casa, ma che voleva un segno del loro perdono. Ora, siccome prima di arrivare nella stazione del paese, il treno passava davanti alla loro casa, disse ai genitori “Se passando davanti casa, vedrò un fazzoletto bianco sul ciliegio che c’era nel cortile, saprò che mi avete perdonato e scenderò dal treno. Se non lo vedrò, capirò che non mi avete perdonato e resterò sul treno per andare lontano e per sempre.” 

 

Mentre il treno si avvicinava alla casa, la sua preoccupazione si trasformò in agonia. Non potendo sopportare più la situazione, raccontò al compagno di viaggio e gli disse di guardare al posto suo e di digli se vedeva o no il fazzoletto. Ad un tratto il suo compagno cominciò a gridare dalla gioia: “Presto, guarda! Non c’è un solo fazzoletto sul ciliegio, ce ne sono dozzine!” Il giovane guardò dal finestrino e per sua meraviglia, vide che il ciliegio era coperto di fazzoletti: il perdono dei genitori era stato totale e smisurato!


Questa commovente storia ci porta a riflettere sul profondo amore di Dio, il quale perdona chiunque vada a Lui pentito. Non c’è peccato che Lui non possa perdonare, basta solo un cuore sincero che si rivolga a Lui per dire: “Signore perdonami, abbi pietà di me ed entra nel mio cuore.” C’è perdono in Gesù! 



 

 



Descrizione immagine

    

    

    

Un giorno un uomo stava percorrendo con la sua auto le vie di una città a lui sconosciuta e non riusciva a trovare un certo indirizzo. Fermatosi, chiese ad un passante come arrivarci. Questo incominciò a dare dei punti di riferimento di strade ed incroci, ma poi alla fine si arrese ed affermò “mi dispiace, credo che da qui non possa proprio arrivare in quella via, deve tornare indietro e trovare un’altra strada”.