GESU' FONTE DI FELICITA' E DI PACE

Descrizione immagine


Solo nel suo ufficio, con il capo chino sulla scrivania, un artigiano sull'orlo del fallimento, verifica ad una ad una le sue fatture ancora da pagare e rifà i conti. Vicino alla finestra del soggiorno, un'anziana vedova sta lavorando a maglia. Soltanto il vecchio orologio a pendolo, viene a rompere il silenzio. Ogni tanto volge lo sguardo alla poltrona vuota di suo marito. Solo in camera sua, alla vigilia di un importante esame, uno studente ripassa il programma dell'anno. Angosciato si rende conto che domani sarà da solo davanti ad un foglio bianco. 

Solitudine, angoscia, fallimento, lutto, prove... sono tutte parole che ognuno di noi conosce bene. Il Signore non ha mai garantito ai Suoi figli che sarebbero stati risparmiati dalle difficoltà, né dalle lacrime e nè dai vari dispiaceri della vita. 

Nello studio di un celebre psichiatra si presentò un giorno un uomo apparentemente equilibrato, serio ed elegante. Dopo alcune frasi, però, il medico scoprì che quell'uomo era vittima di un profondo senso di malinconia e di tristezza. Il medico iniziò coscienziosamente il suo lavoro terapeutico e, al termine della seduta, disse al suo paziente: «Perché non va al circo che è appena arrivato nella nostra città? Nello spettacolo si esibisce un famosissimo clown che ha fatto ridere e divertire mezzo mondo. Le farà bene, vedrà!» Allora quel uomo scoppiò in lacrime, dicendo: «Quel clown, sono io!»  

Forse la nostra vita assomiglia a quella di questo clown? Gli altri ci vedono sorridere, ci vedono allegri, anzi, con le nostre battute riusciamo a fare ridere pure gli altri, ma essi non sanno, non vedono quello che in realtà c'è dentro al nostro cuore, cioè tristezza e malinconia. Forse il nostro cuore non sa più sorridere, oramai non c'è più niente che ci possa far sentire veramente allegri dentro.  Non  pensiamo  che  nessuno conosca  il nostro stato d'animo, perché invece il Signore conosce molto bene tutto quello che c'è dentro al nostro cuore «Ogni oppressione, il tuo travaglio e la tua afflizione» (Deuteronomio 26 verso 7).  

 

Non esiste psicologo che ci possa capire meglio del Signore. Egli infatti afferma: «Forse tu non mi conosci, ma IO so tutto di te, so quando ti siedi e quando ti alzi, conosco a fondo i tuoi modi di essere...» (Salmo 139 verso 1 e successivi). Egli non solo ci conosce e ci capisce, ma ha anche la medicina adatta per cambiare totalmente il nostro stato d'animo: «Beato l'uomo che teme il Signore e trova grande gioia nei Suoi comandamenti» (Salmo 112 verso 1). Proprio così, è felice chi ripone la fiducia nel Signore e prova piacere nell'osservare la Sua Parola. L'allegrezza interiore è data SOLAMENTE dal Signor Gesù e dall'ubbidienza alla Sua Parola. Vuoi esultare di gioia? Vuoi uscire dalla depressione? Non ricorrere allo psicologo ma fai entrare Gesù nel tuo cuore, perché non vi può esser vera gioia, se non in Colui solo che TI AMA DI UN AMORE ETERNO (Geremia 31 verso 3). Ricorda: la felicità e la pace interiore provengono SOLO da Colui che ne è la Fonte: Cristo Gesù, il Signore. 



 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

STAI FACENDO DISCEPOLI?


 «Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che mena alla perdizione, e molti son quelli che entran per essa» (Matteo 7 verso 13)

    

    

    

Un giorno un uomo stava percorrendo con la sua auto le vie di una città a lui sconosciuta e non riusciva a trovare un certo indirizzo. Fermatosi, chiese ad un passante come arrivarci. Questo incominciò a dare dei punti di riferimento di strade ed incroci, ma poi alla fine si arrese ed affermò “mi dispiace, credo che da qui non possa proprio arrivare in quella via, deve tornare indietro e trovare un’altra strada”.