Descrizione immagine
Descrizione immagine



  

 


  

ANGOSCIA, FALLIMENTO, SOLITUDINE ...



Descrizione immagine

Solo nel suo ufficio, con il capo chino sulla scrivania, un artigiano sull'orlo del fallimento, verifica ad una ad una le sue fatture ancora da pagare e rifà i conti. Vicino alla finestra del soggiorno, un'anziana vedova sta lavorando a maglia. Soltanto il vecchio orologio a pendolo, viene a rompere il silenzio. Ogni tanto volge lo sguardo alla poltrona vuota di suo marito. Solo in camera sua, alla vigilia di un importante esame, uno studente ripassa il programma dell'anno. Angosciato si rende conto che domani sarà da solo davanti ad un foglio bianco. 

Solitudine, angoscia, fallimento, lutto, prove... sono tutte parole che ognuno di noi conosce bene. Il Signore non ha mai garantito ai Suoi figli che sarebbero stati risparmiati dalle difficoltà, né dalle lacrime e nè dai vari dispiaceri della vita. 

Ma ha promesso loro la Sua compagnia mentre le avrebbero attraversate. L'apostolo Paolo, autore del verso indicato all'inizio di questa «HomePage», durante tutta la sua prigionia ha potuto sperimentare che il Signore l'ha reso forte con la Sua presenza accanto a lui. «Gesù disse: Vi lascio pace; vi do la mia pace: Io non vi do come il mondo dà…» (Giovanni 14 verso 27).

   

Il Signore è con noi nelle battaglie della vita, anche quando non avvertiamo la Sua presenza, anche quando la situazione diventa sempre più schiacciante e senza speranza, anche allora il nostro Dio è con noi, perché è una Sua promessa: «Ed ecco, Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente»  (Matteo 28 verso 20). Questa certezza ci deve accompagnare ogni giorno. Noi dobbiamo credere che la nostra fede è quella che ci farà vedere la Sua gloria, lo stesso Dio che divise il Mar Rosso, che guarì i lebbrosi, che risuscitò i morti, è lo stesso Dio che noi crediamo, Egli non è cambiato e la sua potenza non è diminuita. Quando umanamente non è più possibile nulla, Dio può ancora tutto.

 

La nostra fede non è un “appoggio psicologico” riposto nell’ignoto, ma è il frutto dell’autorevole Parola di Dio e di tante esperienze dirette dell’amore e della potenza di Dio nella nostra vita. Perciò continuiamo a riporre in Dio tutta la nostra speranza, non saremo mai delusi. «Getta sul Signore il tuo affanno, ed Egli ti sosterrà; Egli non permetterà che il giusto vacilli»  (Salmo 55 verso 23).

Perciò, caro visitatore, se la vita ti ha maltrattato, non dimenticare mai che Gesù ti ama e, se Lo ricerchi, proprio lì nella tua difficoltà... Egli vuole incontrarti e farti godere della gioia della Sua presenza. Se tu non senti la Sua compagnia, chiedila oggi e realizzerai appieno queste parole della Sacra Scrittura: «Tu mi hai fatto conoscere le vie della vita. Tu mi riempirai di GIOIA con la Tua PRESENZA» (Atti 2 verso 28). 


 

 


 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

info@incontraregesu.net

Descrizione immagine

Il Sito è coperto da Copyright ©
Tutti i diritti sono riservati

IL SITO NON HA SCOPO DI LUCRO